• Lezione teorica per i nuovi iscritti al 5 corso Babysplash per i mesi di Giugno e Luglio 2017 domani a Cantù alle ore 15.00 via Menotti, 27

  • Domenica 4 giugno ore 18 30 Teatro Sociale di Como, saggio Colisseum

  • Summer Camp Colisseum village 2017, aperte le iscrizioni da oggi 10/04/2017

  • DOMENICA 02 APRILE ALLE ORE 15.30 EVENTO DEDICATO ALLA GIORNATA MONDIALE DELL' AUTISMO - prenota allo 0314475510. https://t.co/ib59LAd7T1

  • lunedì 23/01/17 apertura al pubblico per il 3 ciclo baby splash neo e big

Babysplash

attività in piscina per bambini

Babysplash attività in piscina

Babysplash neo e big
CORSO DI ACQUATICITÀ PER NEONATI BABYSPLASH:attività che permette di sviluppare al meglio la motricità del bambino, mantenendo il rapporto ancestrale con l’ambiente acquatico e facilitando, quindi, in tempi successivi, un approccio meno condizionato da pregiudizi e paure. L’ambiente acquatico rappresenta una miniera di stimoli e di percezioni: non dimentichiamo che i bambini, i neonati in particolare, fino al primo anno di vita hanno istintivamente un buon rapporto con l’acqua (non a caso hanno vissuto immersi nel liquido amniotico per nove mesi) e provano una naturale attrazione verso di essa, verso un ambiente cioè che consente loro di muoversi con maggiore libertà. Il metodo Babysplash poggia su un lavoro ventennale, basato sull’approccio multidisciplinare e sulla continua rivisitazione e aggiornamento dello stesso, sull’approfondita conoscenza delle tappe auxologiche del neonato, degli aspetti psicologici legati alla relazione diadica, delle competenze psicomotorie legate alle fase di crescita e infine degli obiettivi motori che connotano i singoli interventi pratici. Alla base delle nostre attività acquatiche vi è un percorso ludico motorio guidato da laureati in Scienze Motorie, psicomotricisti, psicologi, che consente di usare l’acqua come ambiente conduttore di sensazioni per creare nuove esperienze che aiutino il bambino nello sviluppo psichico e motorio, come ambiente per lo sviluppo delle attività motorie di base e come ambiente per lo sviluppo del senso dell’orientamento e per la discriminazione spazio-temporale. Pertanto l’obiettivo principale non è insegnare a nuotare, anche se i risultati vi sorprenderanno, ma è quello di stare dentro l’acqua, imparare ad interagire con essa, con l’ambiente che ci circonda, con sempre maggiore autonomia permettendo al bambino di migliorare sia nel corpo che nella mente.

Clicca sulle strutture per avere informazioni dove si effettuano questi corsi:

 

Top